Abete fa le fogne a “Capocchia”, Ranieri paga l’Enel: Bonito rivoluziona l’Ente di Poggiomarino

126

Impossibile non farsi prendere dalla “febbre degli Squallor” leggendo il posto del sindaco di Sant’Anastasia, Lello Abete, un post serio ed importante, per carità, ma che diventa in qualche modo ilare leggendo il nome della Masseria – Capocchia – che può beneficiare delle opere. Dunque fogne “a Capocchia”, la battuta è semplice ma anche piuttosto volgare. Scrive il primo cittadino: «Come è stato annunciato negli scorsi giorni, sono stati realizzati i lavori che garantiranno la rete fognaria a via Dottori ed a Masseria Capocchia, grazie ad un accordo da noi sottoscritto con l’Ato ed affidato alla Gori. Dunque, non solo via degli Archi Augustei godrà della rete fognaria ma anche le strade ad essa adiacenti».



Dall’acqua alla corrente, da Sant’Anastasia a Terzigno, con il sindaco Francesco Ranieri che ha finalmente pagato le fatture arretrate: «Opera compiuta. Tutta la Zabatta accesa. Eravamo nella black list Enel, causa fatture non pagate nel 2014, grazie al nostro impegno e dell’ufficio tecnico il rating è nuovamente positivo».

Si chiude con Poggiomarino e con la “piccola rivoluzione” voluta dall’assessore Angelo Bonito: «Da qualche settimana si è pensato di riorganizzare, anche dal punto di vista logistico, l’Ufficio Tecnico, allocando tutte le risorse umane al primo piano della Casa Comunale, onde consentire una celere collaborazione tra i Responsabili dei diversi Settori e ricevendo nel contempo garanzia dagli stessi – dei quali peraltro non si è mai messa in discussione la professionalità e la dedizione al lavoro – circa un’accelerazione nella definizione dei vari procedimenti amministrativi promossi ad istanza di parte». Insomma, uffici uno vicini e gli altri e maggiore comunicazione.

fogne-luci

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE