Gli agenti del commissariato San Ferdinando a Napoli, poco dopo le 12.40, sono intervenuti in via Partenope dove era stata segnalata sulla scogliera antistante un ragazzo che si sbracciava. I poliziotti hanno notato una persona in difficoltà che non riusciva a rientrare a riva. Gli agenti hanno richiesto l’intervento urgente della guardia costiera e contestualmente hanno avvicinato la Rotonda Diaz al fine di poter raggiungere l’uomo a largo grazie all’ausilio di un pescatore che a bordo di una piccola imbarcazione si sono diretti verso il malcapitato.

Contemporaneamente giungeva anche la motovedetta della Guardia Costiera che veniva issata a bordo della motovedetta. Il giovane, un 19enne originario di Sarno ma residente a San Giuseppe Vesuviano, indossava tutti gli abiti, le scarpe ed aveva in spalla un pesante zaino; aveva tentato di suicidarsi. I poliziotti hanno condotto l’uomo presso il più vicino ospedale dove gli sono state prestate le prime cure. Gli agenti hanno accertato che l’insano gesto era riconducibile a dissapori familiari.

lungomare