Rifiuti e liquami nell’ambiente: chiuse 3 fabbriche di pellame a San Giuseppe, Terzigno e Pomigliano


198

I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno intensificato le attività di controllo con particolare attenzione al fenomeno dell’abbandono incontrollato e dello smaltimento illecito dei rifiuti. Il gruppo della Fiamme Gialle di Torre Annunziata ha predisposto nel territorio di competenza un dispositivo che ha previsto l’impiego di 22 pattuglie, sottoponendo a controllo numerosi soggetti che per il particolare settore in cui operano sono tenuti al rispetto degli adempimenti per lo smaltimento dei rifiuti speciali provenienti dal ciclo produttivo o dall’attività esercitata, previsti dalla normativa di settore.



È stata rilevata la presenza di 37 lavoratori in nero di cui 14 extracomunitari. Al termine del servizio sono stati sequestrati due opifici operanti nel settore del pellame a Pomigliano d’Arco e San Giuseppe Vesuviano, quest’ultimo gestito da cittadini di etnia cinese. Sempre a San Giuseppe Vesuviano è stato sequestrato un immobile di 1.000 metri quadrati per violazione della normativa sul lavoro; una discarica abusiva, di 1.000 metri quadrati a Terzigno, contenente rifiuti speciali e pericolosi.

Ed infine anche un suolo agricolo di 50 metri quadrati a Piano di Sorrento, sempre utilizzato dalle stesse fabbriche, con bidoni di plastica contenenti rifiuti speciali non pericolosi; una tendostruttura ed un’imbarcazione in vetroresina di 6 metri. Diciassette persone sono state segnalate e sono stati elevati 9 verbali di accertamento per violazioni in materia ambientale.

finanza-pellame

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE