Parolisi non è più militare, il marito-killer di Melania trasferito in un carcere civile


228

Accolto l’appello di Gennaro Rea, il papà di Melania uccisa da 36 coltellate dal marito, Salvatore Parolisi. Quest’ultimo non è più militare, cacciato dall’esercito e quindi anche dai benefit del penitenziario per soldati, Presto, dunque, sarà trasferito in un carcere civile, senza alcun trattamento di favore.



La lettere che annuncia il trasferimento è arrivata direttamente a Somma Vesuviana a casa Rea: “Gentile signor Rea, Le comunico che in data 16 giugno 2016 la Direzione generale per il personale militare ha decretato la perdita di status militare di Salvatore Parolisi nonché la cessazione del rapporto di impiego con l’Amministrazione della Difesa a far data dal 13 luglio 2016. Il trasferimento di Parolisi presso un istituto di pena civile verrà eseguito una volta disposto dalla competente Procura Generale di Perugia, già in tal senso formalmente interessata da codesto ministero”. Sono queste le parole che il generale Alberto Rosso, capo di gabinetto del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti ha inviato a Gennaro Rea.

melania e parolisi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE