A Palma restano i tabelloni pubblicitari abusivi, e producono rifiuti e sporcizia


256

Niente da fare: quei tabelloni pubblicitari abusivi, circa una ventina, sono ancora al loro posto, nonostante il consiglio comunale di Palma Campania abbia decretato la rimozione già oltre due anni fa. Ma non cambia nulla, tutto resta al proprio posto, con le aziende che continuano ad acquistare gli spazi e con i dipendenti che proseguono nell’attività di rimozione dei vecchi cartelloni per applicare i nuovi. Intanto, però, le aree dove sorgono i tabelloni abusivi sono ormai diventate discariche a cielo aperto, con la carta che resta ovunque e che sporca per decine di metri.



Sulla vicenda si è espresso il consigliere comunale di minoranza, Alfonso Buonagura: «Già dalla campagna elettorale facemmo presente che a Palma esistono una ventina di tabelloni abusivi, installati anni fa, senza che nessuno se ne accorgesse. Numerose sono state le mie interrogazioni, a cui non ho avuto risposte – spiega – Istituimmo una commissione tecnico politica per modificare il regolamento e provvedere all’individuazione delle strutture abusive e la loro rimozione. Il lavoro politico, cioè, le modifiche al regolamento è stato completato in tempi brevissimi, ma gli uffici preposti all’individuazione, al sanzionamento e alla rimozione degli stessi, sono andati in uno stato di ibernazione. La domanda che mi pongo è: se il comune perde circa 80mila euro all’anno tra tasse sull’occupazione pubblica e mancati diritti pubblicitari, e nonostante un voto all’unanimità, c’è il menefreghismo degli uffici competenti, allora pur facendo peccato, devo pensare che non muoversi e lasciare le cose come stanno conviene a qualcuno».

tabelloni

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE