Ciao a tutte e tutti! La ricetta di oggi, ho avuto il piacere di presentarla martedì pomeriggio durante la prima diretta del mio showcooking su streamago diffusa sui social. Ci tengo a ringraziare ancora tutte le amiche e gli amici che mi hanno seguito e mi seguono con tanto affetto, rinviandovi al secondo appuntamento video, la prossima settimana.

Tornando al piatto che vi propongo oggi, è ricco di sapore e di nutrimento e si presta davvero ad assurgere al rango di “piatto unico”; deve essere preparato con ingredienti di grande qualità ed occorre seguire ogni fase con molta attenzione, ma non è affatto difficile da realizzare. Allora? Pronti? Ingredienti alla mano… Diamoci da fare!

LADY TROFIE CON CREMA DI BORLOTTI E ZUCCHINE SAPORITE

Tempo di preparazione: 3 ore circa

Ingredienti, per quattro persone

350 gr. di pasta tipo “Trofie”, prodotte da P.K. Giordano;

200 gr. di fagioli borlotti secchi;

3 zucchine;

1 fetta spessa di salame tipo “Napoli”;

80 gr. di caciocavallo di Sorrento;

2 peperoncini verdi;

timo q.b.;

peperoncino piccante secco q.b.;

½ bicchiere di vino bianco secco;

100 gr. di parmigiano reggiano D.O.P.;

olio e.v.o. q.b.;

sale q.b.

Preparazione
Mettete i borlotti a bagno in acqua fredda ed un pizzico di bicarbonato, per circa 12 ore; vi consiglio di eseguire questa operazione la sera prima della preparazione del piatto, in modo che stiano a bagno tutta la notte. Una volta trascorso questo tempo, scolateli e sciacquateli, per riporli nella pentola coperti da acqua fredda fino alla metà di essa; cuocete per circa 2 ore a fiamma dolce, avendo cura di non far attaccare i fagioli al fondo. Lavate e grattugiate le zucchine; tagliate a dadini il salame ed il caciocavallo.

Lavate i peperoncini verdi e privateli del torsolo e dei semi, poi tagliateli a pezzetti. Una volta pronti i fagioli, scolateli (ma non gettate via il liquido di cottura!) e versateli in un contenitore; con l’aiuto di un frullatore ad immersione, andate a preparare la crema versandovi uno spicchio di aglio pelato, un pizzico di timo e di sale fino, 60 gr. di parmigiano in scaglie, i peperoncini verdi, tre cucchiai di olio ed un mestolo di brodo di cottura dei fagioli (che potete ri-aggiungere qualora il composto fosse troppo concentrato); lavorate con il frullatore fino ad ottenere una crema densa (non troppo liquida!).

In un tegame antiaderente, versate 2 cucchiai di olio e.v.o. e fatevi dorare uno spicchio di aglio pelato e schiacciato; quando l’olio sarà caldo, versatevi il salame a pezzetti e spegnete con il vino bianco; aggiungete le zucchine, il sale ed il peperoncino e cuocete per circa 2 minuti a fiamma dolce, avendo cura di girare con un cucchiaio fino a quando le zucchine non si ammorbidiranno.

In una pentola di acqua bollente e salata, cuocete le trofie circa tre minuti prima della previsione di cottura al dente, scolatele e versatele nel tegame con le zucchine; aggiungetevi la crema e fate amalgamare il tutto alla pasta girando bene, continuando a scaldare il tutto a fiamma dolce. Versate la pasta così condita in una teglia da forno antiaderente ben oleata (personalmente ho utilizzato una piccola teglia da plum cake) e versatevi i pezzetti di caciocavallo e 40 gr. di parmigiano grattugiato; fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti a 180° (deve sciogliersi il formaggio).

Qualora pensaste di mangiare questo timballo dopo alcune ore, od il giorno seguente, vi consiglio di aggiungere della besciamella alle zucchine, mescolando bene, prima di aggiungervi la crema di fagioli e successivamente la pasta, facendo amalgamare il tutto alla perfezione; in questo modo eviterete l’effetto asciutto che immancabilmente i fagioli potranno conferire al piatto, dopo la cottura in forno e l’assestamento dopo ore.

Per un consumo al momento, sfornate la pasta ed attendete circa 30 minuti a temperatura ambiente prima di mangiare a fette. Impiattate e servite. A giovedì prossimo, sempre su Il Fatto Vesuviano, per un’altra ricetta della vostra Lady!

??????????????