Sono gravissime, quasi disperate, le condizioni della donna di 67 anni investita nei giorni scorsi da un’auto in via Aldo Moro a Somma Vesuviana. Insomma, lo stato di salute dell’anziana è peggiore di quello che era emerso in un primo momento ed ora la vittima dell’incidente lotta tra la vita e la morte nell’ospedale di Avellino dove è stata trasferita proprio a causa delle condizioni considerate critiche.

Nei giorni scorsi la 67enne è stata operata al cervello nel tentativo di ridurre un’emorragia, ed inoltre una costola fratturata provoca anche difficoltà a livello respiratorio, motivi per cui l’anziana viene tenuta in coma farmacologico dai sanitari del nosocomio irpino. Somma è dunque in forte apprensione per le sorti della pensionata, persona molto attiva anche nel sociale e che ha avuto l’unica colpa nel trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato.

I familiari della donna fanno infatti sapere di non credere nella tragica fatalità per quanto riguarda il grave investimento. Alla guida della vettura che ha travolto la donna c’era un 30enne di Somma su cui continuano ad indagare i carabinieri. Ed inoltre, sempre i parenti della donna, tengono a precisare che la 67enne non soffriva di alcuna patologia e che si trova in gravi condizioni esclusivamente per i forti traumi riportati nell’impatto di via Moro.

carabinieri ambulanza