Di cosa si tratta? È il nuovo bando di sostegno ai giovani aspiranti imprenditori, denominato SELFIEmployment, attraverso il quale è possibile richiedere un finanziamento a tasso zero per lo sviluppo delle proprie idee imprenditoriali sia nel settore del commercio sia in quello dei servizi.

Per chi? Giovani tra i 18 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e non sono attualmente impegnati in percorsi di formazione. Altro requisito è l’iscrizione al programma “Garanzia Giovani”.

Cosa viene finanziato? Sono ammissibili le spese relative alle attrezzature, ai macchinari, agli impianti e allacciamenti, ai beni immateriali ad utilità pluriennali e le spese di ristrutturazione di immobili. Sono considerate inoltre ammissibili al finanziamento dell’iniziativa le spese per l’avvio dell’attività.

Quanto viene finanziato? Il finanziamento richiesto può variare da 5mila a 50mila euro ed è concesso a tasso zero, coprendo il 100% delle spese ammissibili, a fronte di nessuna garanzia personale da parte del richiedente. La restituzione del prestito deve essere effettuata in 7 anni.

È prevista una scadenza per la presentazione delle domande? Non sono previste scadenze in quanto la misura è a sportello, pertanto le domande possono essere presentate fino a quando vi sono risorse finanziarie disponibili per Regioni di residenza.

La misura in questione è stata recentemente modificata, in quanto è stata prevista l’ammissibilità di soggetti che siano unicamente iscritti a Garanzia Giovani mentre in precedenza occorreva anche la frequentazione e il superamento di uno specifico percorso formativo di accompagnamento previsto dalla Misura 7.1 di Garanzia Giovani. Attualmente questo percorso formativo dà luogo ad un punteggio di premialità. *fiscalista specializzata in fondi europei e incentivi alle imprese

giovani imprenditori