Una giovane migrante è stata arrestata giovedì mattina mentre tentava di attraversare il confine italo-svizzero con un documento falso. La donna, una 23enne eritrea, è stata fermata al valico di Chiasso-Brogeda mentre si trovava a bordo di un bus, partito da Milano e diretto a Zurigo. Come riporta il portale Comolive, durante il controllo dei documenti, la straniera ha esibito una carta di identità rilasciata apparentemente dal Comune di Padova, con apposta la sua foto e dalla quale risultava essere cittadina italiana.

Ma dopo attenti verifiche le autorità svizzere hanno appurato che si trattava di un documento falso, facente parte di un blocco di carte di identità rubate nel 2012 a Pompei. L’hanno quindi consegnata alla Polizia di Frontiera di Ponte Chiasso, che l’ha tratta in arresto per possesso di documenti falsi.

carte d'identita