Clandestini al lavoro, chiusa ancora una fabbrica gestita da bengalesi a Palma


283

I carabinieri della stazione di Carbonara di Nola, in collaborazione con personale dell’Asl Napoli 3 sud di Pomigliano d‘Arco, hanno effettuato un nuovo servizio per contrastare il lavoro sommerso e controllare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro. Denunciato un 24enne del Bangladesh residente a Palma Campania e titolare di un opificio tessile in via San Nicola.



L’uomo è ritenuto responsabile di aver dato occupazione a stranieri in stato di clandestinità. Nel corso dell’ispezione è stato accertato che nell’opificio c’erano 3 lavoratori “a nero”, motivo per il quale l’attività imprenditoriale è stata sospesa.

fabbrica ottaviano

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE