«A fare la lista del Pd al Consiglio Metropolitano di Napoli ci ha pensato il centrodestra, in quanto nel Partito democratico hanno candidato un consigliere comunale di Pomigliano d’Arco che siede tra i banchi della maggioranza di centrodestra». È quanto afferma il capogruppo del Pd nel Consiglio comunale di Pomigliano d’Arco, Michele Tufano, ex segretario cittadino del Partito democratico, dimessosi dopo la sconfitta del partito alle ultime amministrative.

«Mi ero sorpreso del fatto che nessuno dal Pd di Napoli ci avesse contattato per le elezioni del Consiglio metropolitano – ha aggiunto Tufano – poi leggendo la lista del Pd ho capito: hanno candidato Salvatore Romano, consigliere comunale di centrodestra subentrato un mese fa nella civica Assise (candidato con la civica Pomigliano socialista)».

Romano è entrato in Consiglio comunale dopo la morte di Teresa Iorio, altra esponente della maggioranza guidata dal sindaco del Pdl, Lello Russo. «Avevamo sempre immaginato che a Pomigliano “Carpentieri e co.” remassero per il centrodestra – ha concluso l’esponente del Pd – a volte, però, la realtà supera l’immaginazione. E la realtà è che quelli di Cesaro e Cosentino nel Pd non solo hanno agibilità politica, ma contano più di noi».

«Dunque oggi è chiaro che le elezioni a Pomigliano andavano perse, il circolo del Pd di Pomigliano e tutti quei ragazzini che gli gravitavano intorno andavano distrutti. E come potevamo vincere se il capogruppo uscente del Pd in Consiglio, al secolo Giuseppe Esposito, che avrebbe dovuto essere il capo dell’opposizione, un anno dopo da responsabile Enti Locali Provinciale quelle stesse persone a cui avrebbe dovuto opporsi le candida al Consiglio Metropolitano?».

Comune Pomigliano