Sono stati processati ieri mattina Kevin Messina, 18 anni, Luca D’Amico, di 19 entrambi di Novara e Giovanni Borrelli, di 18, di San Giuseppe Vesuviano. Erano finiti in manette l’11 settembre scorso con l’accusa di spendita di banconote false.

D’Amico e Messina sono stati condannati a 10 mesi di reclusione e 240 euro di multa, ciascuno senza la sospensione condizionale della pena. Il sangiuseppese Borrelli è stato assolto per non aver commesso il fatto. È emerso che il ragazzo è rimasto fuori dal negozio e non aveva con se banconote false.

soldi falsi