È stata probabilmente la gelosia all’origine dell’omicidio di Gennaro Mercadante, 46enne di Nola, colpito nella tarda serata di ieri da una coltellata al cuore in una sala slot di Bresso, in provincia di Milano da un albanese di 56 che è stato rintracciato e catturato dai carabinieri poco dopo.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sulla scorta di alcune testimonianze, l’albanese aveva fino a un anno fa una relazione con una donna romena di 31 che l’aveva lasciato per la vittima. Ieri sera, l’albanese ha raggiunto il rivale nella sala giochi e l’ha colpito. L’uomo è morto in ospedale. È stato anche trovato il coltello del delitto, mentre l’albanese è stato arrestato per omicidio.

Non sembra, dalla dinamica dell’omicidio, che tra i due ci sia stata una colluttazione. Il movente, sui quali i carabinieri stanno compiendo comunque ulteriori accertamenti, sarebbe quello della gelosia: Mersini, circa un anno fa, era stato lasciato dalla sua donna, una romena di 31 anni dalla quale aveva avuto due figli. La donna aveva poi cominciato una relazione con Mercadante.

omicidio mercadante