Succede ancora e probabilmente accadrà anche in futuro. Stavolta a finire nella morsa delle truffe sul web è stata una famiglia di Striano, che per le proprie vacanze aveva deciso di rivolgersi agli annunci su internet riuscendo a trovare un’abitazione che faceva al proprio caso. Tutto sembrava perfetto in quella località cilentana: foto fantastiche, villetta ad un passo dal mare, insomma il luogo adatto per dieci giorni di relax.

Così telefonicamente viene chiuso l’accordo con il presunto proprietario che, per bloccare la prenotazione, chiede un terzo del costo: 500 euro inviati via bonifico online. Poi la sorpresa una volta giunti sul posto: la casa vacanza esiste, a differenza dei soliti raggiri, ma all’interno c’è la famiglia del vero proprietario, che dice non avere mai pensato di fittare l’appartamento proprio perché trascorrono lì le proprie vacanze.

Una doccia gelata per il nucleo familiare di Striano che naturalmente ha provato ricontattare in maniera vana la persona con cui era stato chiuso l’accordo: telefono muto, chat anche. Ai malcapitati non è rimasto altro che andare alla più vicina caserma dei carabinieri per denunciare l’accaduto, per poi tornare mestamente indietro in attesa di ripartire e stavolta in maniera più sicura.

truffa casa vacanze