Il raid distruttivo e predatorio perpetrato il 23 luglio nel cimitero di Terzigno ha urtato la pietà umana e toccato la sensibilità di molti. Dopo l’orrore per il malfatto, tanti cittadini hanno pensato di mostrare un gesto di solidarietà ai parenti dei defunti e di compiere un piccolo atto riparatore nei confronti di chi non c’è più. Si è pensato così di realizzare una raccolta fondi per favore il ripristino delle tombe danneggiate.

Dopo aver considerato diverse possibilità per realizzare l’idea, si è pensato di stabilire che la raccolta fondi avverrà attraverso persone ben conosciute e individuabili, provenienti dalle associazioni locali. A queste persone si potrà fare riferimento sia per informazioni che per dare il proprio contributo. Le persone individuate sono in ordine alfabetico: Pietro Avino, Giuseppa Paolina Casillo, Maria Rosaria Esposito, Annarita Ranieri, Giuliana Ranieri e Michele Sepe.

Lo scopo è di aiutare e favorire il ripristino delle tombe danneggiate e la durata della raccolta è dal 10 agosto fino al 20 settembre. Al termine, il totale delle offerte pervenute sarà utilizzato per il ripristino delle tombe danneggiate. Le persone di riferimento si faranno garanti del loro utilizzo.

cimitero terzigno (4)