Nelle giornata di ieri, a Terzigno, i militari della locale stazione dei carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip di Nola, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di P. S. 26 anni, residente a Terzigno, disoccupato, incensurato, già affetto da disturbi psichiatrici.

Il giovane è ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali aggravate. L’indagine dei carabinieri, coordinata dalla procura, ed avviata in seguito alla denuncia sporta dai genitori del giovane il padre 58ene e la madre di 52 anni, permetteva di accertare che il ragazzo aveva aggredito, in più occasioni, entrambe le vittime, facendosi consegnare varie somme di denaro e procurando loro ripetute lesioni.

Con la preziosa collaborazione dell’Asl competente, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso una struttura sanitaria della provincia di Napoli, anche per assicurargli un adeguato trattamento terapeutico e rieducativo.

carabiniere ambulanza