I carabinieri della compagnia di Baiano hanno arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, un pregiudicato 45enne proveniente da Pomigliano d’Arco, responsabile di concorso in rapina e lesioni aggravate. L’attività investigativa condotta dai militari dell’Aliquota Operativa unitamente a quelli della Stazione di Montoro Inferiore, ha permesso di giungere all’arresto del secondo autore della rapina consumata a Montoro presso la Banca Popolare di Ancona lo scorso 14 aprile.

In quell’occasione due rapinatori, entrambi con volto coperto ed armati di taglierino, erano penetrati all’interno dell’istituto di credito dove, nell’impossibilità di aprire della cassaforte a causa del sistema temporizzato di sicurezza, avevano rapinato due clienti, uno dei quali un assistente capo della Polizia stradale di Avellino, libero dal servizio. I carabinieri della Compagnia di Baiano erano riusciti ad individuare uno dei rapinatori che aveva trovato rifugio presso un’abitazione di Monteforte Irpino, con la complicità della 52enne usuaria dell’immobile, risultata essere una sua conoscente, anch’essa originaria della provincia di Napoli.

I militari avevano fatto irruzione nell’abitazione trovando uno dei rapinatori con addosso ancora alcuni indumenti che aveva al momento del colpo in banca e con una borsa contenente abbigliamento per una probabile latitanza. Attraverso attività investigative si è riusciti ad individuare anche il secondo malavitoso resosi irreperibile subito dopo la rapina. Il 45enne pomiglianese, per evitare la cattura, si era trasferito a Vinci, presso alcuni amici. Ma i carabinieri lo hanno individuato e grazie all’ausilio dei colleghi della Stazione di Vinci, lo hanno individuato e arrestato. Adesso è recluso nel carcere di Firenze.

carabinieri banco napoli