«Subito dopo la mia nomina da assessore al ramo, mi sono attivata per cercare di arginare il fenomeno del randagismo. Questo grazie alla preziosa collaborazione del comandante della polizia municipale, Rita Bonagura, da sempre attiva e sensibile al problema. Per quanto riguarda le sterilizzazioni mi sono preoccupata di appostare al capitolo apposito di bilancio un’ulteriore somma che consentirà il prosieguo di dette attività». L’assessore comunale di Poggiomarino, Carla Merolla, risponde dunque alle associazioni che si occupano di cani randagi ed abbandonati e che nei giorni scorsi erano stati durissimi contro l’Amministrazione.

«Sin dagli inizi di settembre, infatti, presso uno studio medico-veterinario saranno avviate nuove attività di sterilizzazione dal momento che, al canile “The dog park” di Boscotrecase al quale siamo convenzionati, non è più possibile effettuare tali prestazioni sanitarie – continua Merolla – Per di più, a breve, daremo anche il via al progetto “Adotta un cane”. Non ci stiamo alle accuse di egoismo e noncuranza».

cane-randagio