Era in sella ad uno scooter con una ragazzina di appena di 17 anni ed insieme sono fuggiti via senza fermarsi all’alt dei carabinieri di Poggiomarino. Una volta braccati, dopo un inseguimento dal centro della città fino a via Sbruffi, i due non hanno esitato ad aggredire i militari dell’Arma. Insomma, resistenza fino all’ultimo per non farsi bloccare. Ma naturalmente le forze dell’ordine, a quel punto, non hanno avuto problemi.

A finire con le manette intorno ai polsi è stato il 21enne di Poggiomarino, Francesco Palmisciano, già noto alle forze dell’ordine e residente via San Francesco. Con lui, in sella, una minorenne che a sprezzo delle regole e della paura non ha esitato a provare a sfuggire alla legge. La giovanissima è stata denunciata a piede libero dai carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo, Andrea Manzo.

Quando Palmisciano è stato bloccato, gli uomini in divisa hanno capito perché il 21enne avesse così a cuore di farla franca: era infatti sprovvisto di patente, ed il suo scooter non era assicurato. Inoltre, addosso, aveva una dose di hashish. Tutto si somma, dunque, alla fuga con tanto di inseguimento e resistenza ai militari dell’arma. Il giovane si trova adesso agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

carabinieri palmisciano