Avevano minacciato di uccidere a colpi di pistola il titolare della ditta che svolge i servizi cimiteriali, se questo non avesse pagato il racket di Ferragosto. È successo a Casalnuovo ed a finire in manette sono stati Federico Gallucci, 41 anni, già noto alle forze dell’ordine; Giuseppe Mosti, 40 anni, già noto, la cui madre, moglie del capoclan Gallucci, ad 80 anni sconta i domiciliari per un omicidio del 2007; Emanuele Chirivino, 24 anni, anche lui già noto.

La ditta in questione gestisce i servizi cimiteriali e la polizia mortuaria; i militari dell’Arma, tenendo d’occhio gli spostamenti di personaggi contigui o interni a clan dell’area e mappando le ditte impegnate in grossi lavori pubblici e privati, hanno ascoltato le pesanti minacce dal vivo. Quando infatti i tre hanno avanzato le loro richieste c’erano carabinieri in borghese posizionati in modo da ascoltarli, che sono intervenuti subito e li hanno arrestati.

arresti racket cimitero