Il clan Anastasio di Sant’Anastasia sta crescendo. A dirlo è la direzione investigativa antimafia che nell’ultimo dossier pubblicato nei giorni scorsi dedica un interno capitolo alla cosca vesuviana. E secondo gli 007 da clan locale, gli Anastasio stanno mettendo tenda a radici anche lontano dal territorio, a prescindere dagli arresti di alcuni mesi fa avvenuti nella città e nelle vicina Somma Vesuviana.

L’Antimafia afferma infatti che il clan di Sant’Anastasia ha stretto un’alleanza con gli storici Giuliano del rione napoletano di Forcella, un sodalizio che ha permesso alla cosca di conquistare una “fetta di potere” sul litorale a sud di Roma, particolarmente tra i comuni di Anzio e Nettuno. Un “patto” nato dalla pressione dei Giuliano nella Capitale e particolarmente nella zona dell’Esquilino.

DIA