«Come di consueto, la politica, quella con la “p minuscola”, pubblica bandi, avvisi e gare nel periodo estivo in modo tale che chi non abbia l’amico che lo possa avvisare, si trova fregato, ma in questo il nostro sindaco è diventato davvero bravo. Infatti, il 3 agosto è stato pubblicato sul sito del comune il bando per una “indagine di mercato per diverse operazioni nella biblioteca comunale” con scadenza il 24 agosto». A dirlo in un comunicato è il MoVimento 5 Stelle di Poggiomarino.

I pentastellati dicono ancora: «Diverse sono le cose che non ci piacciono: un bando di qualsiasi tipo non può e non deve essere pubblicato nel periodo estivo: le cose si programmano, non si improvvisano; si utilizzano contratti atipici (indagine di mercato) per sopperire ad una carenza di organico ormai cronica e non si pensa a soluzioni alternative; due anni e mezzo per svolgere quelle cose scritte nel bando? Una società specializzata lo fa in 6 mesi e forse anche con meno soldi».

E ancora ci vanno giù durissimo: «Ma veniamo al possibile vincitore del bando. Conosciamo l’attuale, e probabilmente anche futura, bibliotecaria e le riconosciamo una certa professionalità. Tuttavia, non possiamo non notare che si tratta della cugina di una ex consigliera comunale, ora assessore al Bilancio dell’attuale amministrazione, nonché moglie del migliore amico del sindaco, anche lui “a servizio” del Comune come presidente dell’Oiv, l’Organismo Interno di Valutazione».

«Premesso che consideriamo la meritocrazia e la competenza principi cardine nella scelta del vincitore, riteniamo che in una Pubblica Amministrazione sia altrettanto importante il principio della rotazione, che consenta anche a soggetti altrettanto qualificati, ma non sufficientemente apparentati, di poter lavorare per un ente pubblico. Tutto ciò premesso, e per quel che può servire, condividiamo il bando “per gli amici”».

Foto biblioteca