Movida poggiomarinese sotto la lente d’ingrandimento dei carabinieri della locale stazione, che ormai da alcune sere sono in presidio fisso nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani particolarmente nei weekend. Una vigilanza che si amplia a tutta la settimana nel pieno dell’estate, quando ogni serata è buona per riunirsi con gli amici ed eventualmente anche per fare qualche “colpo di testa”.

Insomma, di recente non sono mancate le segnalazioni ai militari dell’Arma di comportamenti fuori dalle righe, ed al limite dell’illegalità, mentre c’è sempre da tenere d’occhio fenomeni come lo spaccio di sostanze stupefacenti e l’eccesso di superalcolici. Così gli uomini in divisa, agli ordini del maresciallo Andrea Manzo, stanno tenendo d’occhio con speciale attenzione quanto accade nei posti della movida, dove insomma i giovanissimi si riuniscono in maggior numero.

Ieri le gazzelle sono state avvistate nella zona di piazza De Marinis, in via Roma, nella villetta Nicola Nappo di via Nuova San Marzano e nei pressi di alcuni punti di ritrovo tra via Iervolino e via Roma. La presenza delle forze dell’ordine ha certamente scoraggiato comportamenti fuori dalle righe, mente i carabinieri di Poggiomarino si sono fatti vedere e sentire soprattutto controllando i mezzi a due ruote e le minicar su cui i ragazzini solitamente sfrecciano, anche contromano, nelle aree che hanno scelto per trascorrere le serate di questa estate. Sono stati decine gli individui fermati per normali controlli dal punto di vista dei documenti personali e di quelli dei mezzi sui cui viaggiavano, o meglio scorazzavano.

È stata elevata qualche sanzione dal punto di vista amministrativo ma finora la situazione è rimasta totalmente sotto controllo. Ed è proprio questo che intendono fare i militari dell’Arma, che vogliono fare sentire la propria presenza nei luoghi dove potrebbero nascere scenari di pericolo spesso generati dalla semplice irruenza giovanile o, naturalmente, fare da deterrente ai fenomeni di spaccio e di consumo di droghe leggere che continuano a coinvolgere anche gli adolescenti.

E lo stesso avviene anche per i superalcolici, spesso fatti acquistare dietro un piccolo compenso ad amici già maggiorenni quando davanti si ritrovano rivenditori attenti alle leggi. Un “polso” sul territorio che il comandante Andrea Manzo ha deciso di rafforzare dopo alcune segnalazioni giunte in caserma a riguardo di auto e motorini sempre meno rispettose del codice della strada, di ragazzini notati ad alzare troppo il gomito e di qualche scena oltre righe, anche dal punto di vista delle effusioni che si sarebbero consumate in determinate aree poggiomarinesi.

Insomma, un occhio sul divertimento dei giovanissimi su cui si sentiva davvero il bisogno e che naturalmente farà contenti anche i genitori. I controlli, insomma, dureranno quanto meno per tutta l’estate per poi insistere anche nel periodo invernale, ma probabilmente limitandosi ai soli fine settimana.

motorino carabinieri