Un disastro. È quello che hanno trovato questa mattina i custodi del cimitero di Terzigno. In totale sono state distrutte 132 tombe: ad entrare in azione sono stati i ladri, che per strappare portafiori e portalampade in rame ed in ottone ed altri oggetti dal discreto valore economico, hanno devastato i loculi.

Secondo i carabinieri, giunti in mattinata sul posto, i malviventi sono entrati dall’ingresso principale facendo razzia in due lotti diversi del camposanto cittadino. «È un attacco sistematico, non sappiamo se c’è un collegamento tra il rogo del Vesuvio e questo raid, ma di certo siamo bersagliati. Ciò che è accaduto al cimitero è scandaloso, ci auguriamo che i colpevoli vengano individuati», spiega il vicesindaco Francesco Nappo.

cimitero terzigno