Un uomo si trova ricoverato in ospedale in condizioni gravissime a causa del sangue sparso ancora una volta sulle strade dell’area vesuviana. Il “teatro” è Poggiomarino, in via Nappi, dove nel cuore della notte tra venerdì e ieri un cittadino romeno è stato investito da un uomo alla guida di una vecchia Volkswagen Golf. Ad avere la peggio, naturalmente, la persona travolta dalla vettura in corsa, in una delle strade cittadine dove spesso si spinge sull’acceleratore e particolarmente nelle ore notturne, quando l’arteria è libera.

Il romeno, di circa 30 anni, ha battuto la testa ed è rimasto a terra senza conoscenza. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 chiamata direttamente dal conducente della Volkswagen, che ha anche avvisato le forze dell’ordine. I sanitari hanno caricato la vittima a bordo del mezzo di soccorso e lo hanno portato a sirene spiegate ed in codice rosso all’ospedale “Martiri del Villa Malta” di Sarno, dove versa in condizioni gravissime nel reparto di rianimazione. Il giovane straniero, infatti, presente un versamento cerebrale, oltre ad altre lesioni agli organi interne riportate nell’impatto con l’utilitaria.

I medici stanno provando a fare di tutto per salvargli la vita, ma le sue condizioni sono molto difficili, al punto che nella giornata di ieri si era persino diffusa la notizia della morte del romeno, voci poi smentite dagli stessi investigatori che stanno indagando sul caso e dall’equipe sanitaria del nosocomio sarnese. A cercare di chiarire il caso, sono giunti sul posto gli uomini dell’Aliquota radiomobile di Torre Annunziata agli ordini del maresciallo, Antonio Russo.

I militari dell’Arma hanno immediatamente fermato l’uomo al volante della Golf a cui sono stati effettuati tutti i test tossicologici: il sospetto è che il conducente, una persona della zona, potesse essere sotto effetto di alcol, ma saranno gli esiti degli esami a chiarire i fatti. Anche perché, davanti ad un epilogo tragico e con le nuove leggi, l’uomo potrebbe rischiare l’incriminazione per omicidio stradale. Chiaro, però, che l’intero scenario è ancora sotto la lente d’ingrandimento degli uomini in divisa, che inoltre hanno effettuato tutti i rilievi del caso sull’arteria dove si è verificato il grave sinistro stradale.

Un nuovo dramma sull’asfalto, dunque, che si è consumato a Poggiomarino con l’intera via Nappi svegliata ed attirata in strada dal caos di sirene ed ambulanze e che a lungo ha tenuto d’occhio anche con curiosità a quanto stava avvenendo. Secondo alcuni testimoni le condizioni del ferito avevano subito fatto temere al peggio: l’uomo, infatti, non si muoveva e non rispondeva agli stimoli, oltre a trovarsi riverso in una pozza di sangue. La circolazione sull’arteria è stata interrotta dai carabinieri che hanno deviato il traffico notturno verso altre vie per tutto il tempo delle operazioni.

Sulla carreggiata, inoltre, sono rimasti alcuni frammenti della Golf che ha investito il cittadino romeno. E sono tanti i poggiomarinesi che l’indomani fanno rilevare la pericolosità dell’arteria, che ad un certo punto mostra un curvone molto stretto e da cui è difficile scorgere persone che attraversano: impossibile fermarsi in tempo, poi, se si schiaccia un po’ di più il piede sul pedale dell’acceleratore così come può avvenire di notte.

carabinieri ambulanza notte