«“Non può essere il tempo segnato dalle vendette della maggioranza”, ma non passa molto e s’inizia con il deistituzionalizzare il Carnevale ed istituzionalizzare, con tutti i fondi dirottati dal primo evento, tre manifestazioni: “PoggioComics”, “Musica e Testimonianze” e “Strapoggiomarinese”». È una nota del MoVimento 5 Stelle di Poggiomarino, a cui il primo cittadino Leo Annunziata aveva replicato durante il primo consiglio comunale.

«Pur essendo felici dell’istituzionalizzazione di questi eventi e pur sapendo che il nostro Carnevale non era all’altezza di quelli organizzati dai nostri confinanti, poteva crescere e migliorare sempre di più. Se proprio ce ne fosse stato bisogno, si potevano ridurre i fondi, ma purtroppo, la nostra “maschera poggiomarinese, Pantal(e)one”, ha deciso, indipendentemente da tutti, che era arrivato il momento di mettere la parola fine a una manifestazione, che guarda caso, vedeva tra gli organizzatori alcune persone che non lo hanno votato».

«Per far ciò, in Consiglio Comunale è stato messo ai voti come un’unica delibera la deistituzionalizzazione del Carnevale e l’istituzionalizzazione dei tre eventi sopracitati, invece di fare due votazioni separate. Caro sindaco – concludono i pentastellati – non abbiamo bisogno di uno scranno in consiglio comunale per farti opposizione: possiamo farlo tranquillamente anche da fuori e stanne certo che lo faremo».

1 consiglio