Notte di terrore a Striano, svegliata di soprassalto da una serie di esplosioni, dalle sirene e dall’odore acre delle fiamme e del fumo. Una bottiglia incendiaria è stata infatti lanciata contro un locale che somministra alimenti e bevande all’interno dello spazio comunale. La molotov è esplosa ed ha innescato una grossa fiammata, un boato che ha fatto svegliare i cittadini, molti dei quali sono scesi in strada.

Sono stati proprio gli abitanti a chiamare immediatamente i vigili del fuoco ed i carabinieri. I pompieri sono arrivati sul posto intorno alle 3, dopo pochi minuti dalla segnalazione, mentre intanto il calore sprigionato dal rogo aveva fatto scoppiare anche un estintore che si trovava all’interno del locale gestito da un privato. I soccorritori hanno messo in sicurezza la zona nel giro di una ventina di minuti, riuscendo a spegnere le fiamme ed a raffreddare le cucine.

Sul posto anche l’aliquota radiomobile dei carabinieri di Torre Annunziata, che sta indagando sull’incendio doloso. I danni non sono stati ingenti, ma l’attacco è di quelli che fanno veramente paura per le modalità e l’efficacia. I militari dell’Arma stanno provando a raccogliere indizi dalle telecamere di videosorveglianza. In villa comunale è arrivato anche il sindaco di Striano, Aristide Rendina, in sopralluogo insieme alla polizia municipale.

Vigili-del-Fuoco pompieri