Stava andando dalla fidanzata, Marco Arnone, il 20enne di Sant’Anastasia morto in un incidente stradale all’altezza di Cesena. Il viaggio era lungo, fino ad Azzano Decimo in provincia di Pordenone, dove del resto era già andato diverse volte. Ma in questo caso qualcosa è andato storto: Marco ha perso il controllo dell’auto ed è andato a sbattere perdendo la vita sul colpo.

Marco, che si era diplomato all’Itis Ettore Majorana di Somma Vesuviana soltanto due giorni prima, era in viaggio con i genitori della sua fidanzata alla volta del Friuli occidentale. A bordo della Seat c’erano Emilio Porricelli, 53 anni, benzinaio e gestore del distributore Tamoil sulla 251 ad Azzano Decimo, e la moglie, P.A., sua coetanea.

All’improvviso, per cause in corso d’accertamento da parte della polizia stradale di Bagno di Romagna, Marco ha perso il controllo del veicolo, nei pressi dello svincolo della Secante, al chilometro 227 mentre procedeva lungo la carreggiata nord. La Seat Ibiza dapprima ha sterzato a sinistra e quindi è andata a sbattere contro il new jersey che divide le corsie di marcia.

Il giovane conducente è morto sul colpo nell’impatto: l’équipe medica del 118, intervenuta con tre ambulanze, non ha potuto che constatarne il decesso. I due passeggeri, invece, rimasti feriti nell’urto, ma non in modo grave, sono stati trasportati in ambulanza al Trauma center dell’ospedale “Maurizio Bufalini” di Cesena.

Emilio Porricelli è stato medicato al pronto soccorso e dimesso già ieri, mentre la moglie è stata trattenuta in osservazione. Non versa, tuttavia, in pericolo di vita. La superstrada è rimasta chiusa fino alle 7 del mattino per consentire le operazioni di messa in sicurezza della carreggiata da parte dei vigili del fuoco. Grande sgomento a Sant’Anastasia, dove Marco era molto conosciuto.

marco arnone (2)