Una bomboletta rossa portata nello zaino per “marchiare” l’impresa. Ma in Abruzzo, in pieno Parco Nazionale, l’idea non è piaciuta tant’è che sui social si è arrivati alla gogna pubblica con tanto di foto non solo del “disegno”, ma anche del gruppo che aveva fatto trekking per poi “segnare” il territorio. Insomma, un caso vero e proprio.

I protagonisti sono alcuni trekker di Somma Vesuviana, che una volta raggiunto il “Rifugio Franchetti” – ad oltre 2400 metri di altezza – hanno trovato una grossa pietra dove hanno scritto appunto “Somma Trekking” con tanto di logo “montano” in alto. Ed intanto, sulla pagina Facebook del rifugio, c’è chi si scaglia contro i sommesi e chi addirittura chiede il loro ritorno per pulire il grosso masso dalla vernice.

somma trekking