Trasportavano droga da Spagna e Olanda, destinata a Campania e Puglia, in camion carichi di fiori e abbigliamento. Sgominata un’organizzazione dedita al traffico internazionale di stupefacenti con base operativa a Torre Annunziata: quattro persone arrestate. A eseguire l’operazione il Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli, che ha notificato quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere ai presunti responsabili del traffico di droga.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea e scaturiscono dalle attività condotte dalle sezione Goa del Gico della Guardia di Finanza. Secondo le risultanze delle indagini, effettuate principalmente attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, è stato appurato che il sodalizio criminale operava da anni ed era particolarmente attivo in Olanda e Spagna, dove importava ingenti partite di cocaina e altri stupefacenti, rivendute all’ingrosso anche in mercati diversi da quello campano, fra cui principalmente quello pugliese.

A reggere l’organizzazione Salvatore Pinto, 54 anni, che oltre a svolgere le attività operative e logistiche curava anche il recupero dei crediti vantati, avvalendosi della collaborazione di Michele Boccia (60 anni) e Giancarlo Cicalese (31 anni). Pinto intratteneva in particolare i rapporti con i fornitori, recandosi anche all’estero per concludere le trattative e assicurarsi la corretta consegna della merce, coadiuvato nell’acquisto della Droga da Salvatore Chierchia, 42 anni. Nel corso delle indagini sottoposti a sequestro 36 chili di cocaina, con l’arresto in flagrante di tre corrieri. La droga, se messa in vendita al dettaglio, avrebbe fruttato oltre 10 milioni.

arresti droga