Sarà processato il medico che dimise il dodicenne di Palma Campania Costantino Carbone, che poi perse la vita alcuni giorno dopo a causa di una lesione agli organi interni provocata da un incidente in bici. Quel camice bianco dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno finisce ora alla sbarra con l’accusa di non avere fatto tutto il possibile per salvare il bambino.

Il ragazzino venne infatti mandato a casa con una diagnosi di una contusione all’altezza dello sterno. Nei giorni successivi, invece, il piccolo continuò a stare male fino alla corsa all’ospedale Santobono di Napoli, dove morì dopo qualche giorno di agonia e senza che i pediatri potessero fare nulla per evitare il decesso. La situazione era ormai compromessa e la perforazione agli organi interni, non diagnosticata, aveva ormai provocato troppi danni.

costantino