Scoppia la polemica, anche di ordine pubblico, a Palma Campania, città invasa per la fine del Ramadan. In sostanza presso la tensostruttura di via Vecchia San Gennaro si sono riversate migliaia di persone, naturalmente tutte di fede islamica, quando invece sindaco e polizia municipale aveva concesso gli spazi esterni per un numero massimo di 150 individui. Insomma, un rischio concreto soprattutto per chi ha occupato l’area in vista di festeggiare.

Sul web girano diverse fotografie del momento di preghiera tra i più attesi dell’anno per la fede musulmana. E proprio dalle immagini si notano persone a frotte, almeno mille, se non addirittura qualcosa in più. Ma tutto è stato possibile per la carenza di controlli: in sostanza, una volta dato l’assenso, nessuno ha controllato il numero delle persone che si sono riunite nello spazio aperto esterno.

A Palma Campania, in tal senso, oltre alla comunità bengalese molto presente in città, sono arrivati anche altri extracomunitari dai paesi limitrofi: marocchini, algerini e tunisini, tutti uniti per la fine del Ramadan. Per fortuna non ci sono stati gravi problemi e la giornata davanti alla tensostruttura è andata avanti in maniera piuttosto tranquilla, nonostante qualche timore da parte dei residenti.

ramadan palma