Luigi Di Napoli catturato in un bunker, una “nicchia dorata” in cui si accedeva da un armadio nella stanza dei figli di 16 e 9 anni. A protezione un fitto sistema di videosorveglianza con quattro telecamere, che però non è stato sufficiente a ripararlo dal blitz dei carabinieri di Torre Annunziata che sono riusciti a prendere l’esponente dei clan della camorra boschese.

Nelle immagini scattate dai militari dell’Arma non solo l’ingresso al bunker e le fasi del trasporto in carcere di Di Napoli, ma anche l’arredamento della sua “casa”, molto simile nei colori e negli ornamenti a quella del boss della serie tv Gomorra, don Pietro Savastano.

di napoli 4