Qualche mugugno, e appelli alla collaborazione. Insomma, è il primo consiglio della nuova Amministrazione e come sempre è quello più seguito anche dal pubblico, con decine di persone ad assistere. Dopo l’elezione di Gerardo Aliberti presidente del pubblico consesso e di Mariangela Nappo sua vice, il sindaco Leo Annunziata ha preso la parola e da una parte ha risposto agli attacchi e dall’altra ha chiesto collaborazione alla minoranza.

«Sulla Giunta – ha detto – mi tocca rispondere ad un comunicato del MoVimento 5 Stelle, che fa notare una mancata corrispondenza tra curricula e le deleghe. Insomma, si sono espressi sulle persone. Voglio dire che i loro curricula sono stati bocciati dai cittadini e che la Giunta sarà giudicata per le azioni e non appunto per i curricula. Detto questo mi dispiace non avere tra i banchi un rappresentante dei 5 Stelle».

E inoltre: «Tutti i cittadini troveranno ascolto in noi. Il futuro non può essere segnato da vendette della maggioranza e da un’opposizione a tutti i costi della minoranza. Sono gli ultimi 5 anni per me da sindaco, credo sia inutile essere vessatori, semplicemente per il fatto che dopo non ci sarò. Penso si possa trovare insieme un’intesa sui grandi progetti, e anzi chiedo di mettere in calendario un consiglio straordinario sulle fogne. Accogliete il mio invito per la collaborazione», dice rivolgendosi alla minoranza.

Qualche mugugno da parte dell’opposizione è nato dalla mancata discussione sull’elezione del presidente e del vicepresidente del consiglio comunale, mentre alcuni esponenti della minoranza hanno protestato per il provvedimento che non ha istituzionalizzato il Carnevale, benefit invece concesso al PoggioComics, alla Strapoggiomarinese ed a Musica e Testimonianze.

1 consiglio