Ad inaugurare la piazzetta con giardino e la fontana costruita sul lato sinistro dell’ingresso principale della sede centrale dell’istituto comprensivo Francesco d’Assisi, retto dalla Dirigente Angela De Falco è stato il viceministro della Pubblica istruzione, Davide Faraone. Appositamente invitato per poter apprezzare il lavoro svolto dagli alunni, che hanno realizzato col riciclo tutte le opere di arredo urbano della piazzetta e la stessa fontana, il viceministro Faraone è stato accolto dalla Dirigente, in presenza del deputato Massimiliano Manfredi, del direttore generale Usr Campania, Luisa Franzese, da don Davide D’Avino, parroco in Maria Santissima Immacolata, dal giornalista Ermanno Corsi, dal corpo docente e dal Sindaco, Lello Abete.

Faraone ed il suo staff hanno potuto ammirare il lavoro svolto dagli alunni, secondo la metodologia “compito autentico”, cioè dalla pratica alla teoria: riutilizzando solo materiale da scarto hanno ideato e realizzato fioriere (ad esempio con ruote di auto sovrapposte, dipinte, riempite di terreno e fiori) sistemate nella piazzetta a verde ed hanno costruito la fontana ornamentale perfettamente funzionante.

Vari i momenti dell’evento accompagnati dall’orchestra dei ragazzi dell’istituto comprensivo, che hanno suonato egregiamente l’inno italiano, meritando elogi. Don Davide, prima della benedizione ha voluto complimentarsi, poi il sindaco e il viceministro hanno tagliato il classico nastro, sottolineato da applausi, dalla messa in funzione della fontana e dal volo di palloni e coriandoli.

Dopo una visita ai laboratori del plesso, dove sono stati presentati anche prodotti alimentari bio e saponi fatti dai ragazzi, nella sala mensa vari dolci casalinghi e bevande hanno deliziato gli ospiti.

«Sono soddisfatta – ha commentato la preside De Falco – perché veramente i ragazzi hanno messo tanto amore e tanto impegno nel realizzare questa riqualificazione. Sono stati “in gambissima” a rendere visibile cosa è possibile ottenere attraverso un accorto riuso di materiali altrimenti considerati rifiuti da smaltire».

«Bella l’opera realizzata dai giovanissimi alunni del comprensivo, istituti totalmente rinnovati e completi di ogni sevizio per gli studenti. Con Faraone abbiamo parlato del progetto di rilancio e di sviluppo della nostra scuola: è stato un momento proficuo e costruttivo. Ringrazio di cuore lui e Manfredi, sempre presenti e disponibili per le nostre esigenze e necessità. Grazie – dice il sindaco Lello Abete – alla dirigente scolastica Angela De Falco, da sempre al lavoro per la crescita umana e professionale dei suoi studenti a cui va il mio plauso; grazie ai ragazzi della Croce Rossa, indissolubile punto di riferimento per tutti noi e grazie agli alunni, artefici delle opere e di quanto abbiamo ammirato nel plesso. È questo il vivo è reale esempio di una buona scuola».

«Sono questi gli esempi di scuole meravigliose e questi sono i presidi che ci vogliono nelle scuole – ha detto Faraone – soprattutto nelle scuole periferiche, che tra tante difficoltà riescono a portare avanti i progetti innovativi. Mi è piaciuto moltissimo questo nuovo modo di fare scuola».

faraone scuola