Equitalia vorrebbe recuperare qualcosa come un milione di euro tra piccoli imprenditori, commercianti e famiglie di San Giuseppe Vesuviano, ma tra le tantissime cartelle esattoriale emanate negli ultimi due mesi, ben 187 non hanno trovato il destinatario: persone praticamente desaparecidos, “invisibili” a cui difficilmente gli agenti di riscossione potranno arrivare.

L’elenco è lunghissimo ed il 50% almeno dei debitori è italiano: ci sono nomi e cognomi affissi nell’albo pretorio del Comune, così come ragioni sociali di piccole imprese e negozianti: tutte ditte personali o di poche persone che intanto hanno chiuso i battenti. Per il resto in tanti sono cinesi e di nazionalità nordafricana, insomma anche l’evasione fiscale non ha bandiera.

L’agente di riscossione ha chiesto in tal senso il sostegno del Comune, pregando l’ufficio anagrafe di provare a fare sapere qualcosa dei 187 introvabili, che frattanto non sono stato però ancora raggiunti. Per gli stranieri è probabile che siano adesso molto lontani, forse chissà addirittura in patria. Insomma, per Equiitalia e quel milione di euro da incassare sembra essere arrivata una sconfitta.

equitalia