Non si fermano gli episodi di microcriminalità a Pollena Trocchia. Dopo alcuni comunicati che propagandavano una rivoluzione sul territorio in termini di sicurezza, non sono purtroppo diminuiti furti d’auto, in casa e rapine sul nostro territorio, in particolare nelle zone più periferiche. Pensiamo al Parco Europa, ad esempio, ma anche al Rione Tartaglia e al Rione Micillo, bersagli continuamente denunciati da cittadini esasperati.

Sono scesi in campo con un comunicato i Giovani Democratici che, con una petizione, hanno formalizzato il problema e proposto delle soluzioni. «Sempre con grande rispetto per le istituzioni, vogliamo portare all’attenzione il punto di vista dei cittadini e delle cittadine di Pollena Trocchia, che devono cominciare ad assumere un ruolo attivo nella vita pubblica, affermano dalla sezione locale dei GD, che hanno protocollato in Comune una petizione indirizzata al primo cittadino e al comandante della Polizia Municipale, innanzitutto per conoscere lo stato dell’arte del progetto di videosorveglianza nonché i tempi di realizzazione.

«Abbiamo chiesto, inoltre – continuano i giovani dem – di attivarsi celermente per potenziare il servizio, aumentando il numero di telecamere per renderlo realmente funzionale all’esigenza di sicurezza della cittadinanza, prestando una attenzione particolare alle zone dove si sono concentrati il maggior numero di eventi di microcriminalità, ascoltando le esigenze dei cittadini e le indicazioni delle forze dell’ordine. Infine, nelle more, abbiamo suggerito di predisporre un idoneo servizio di controllo da parte della Polizia Municipale, anche con controlli interforze con altre forze dell’ordine».

La vivibilità del territorio è un punto centrale nella visione di città dei Giovani Democratici, vivibilità che parte imprescindibilmente da un sentimento dalla sicurezza di poter scendere di casa tranquillamente. A tal fine seguirà anche una petizione sul randagismo che mira a tutelare tanto i cittadini quanto gli animali, promossa insieme ad associazioni del territorio.