Il Pd della Campania viene a fare festa a Poggiomarino insieme al sindaco riconfermato Leo Annunziata. E stavolta non c’è soltanto “il padrino” governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Con lui arrivano in piazza De Marinis anche la segretaria regionale, Assunta Tartaglione, il sottosegretario alla Giustizia, Gennaro Migliore, il deputato Massimiliano Manfredi ed il capogruppo in Regione, Mario Casillo. Insomma, è la serata delle grandi occasioni e ad accogliere il primo cittadino riconfermato ed il presidente della Regione c’è un vero e proprio bagno di folla.

Pochi minuti dal palco, con De Luca che ha detto: «Avevamo dovere di ringraziarvi. Da questo momento si volta pagina per tornare ad un clima di serenità. Leo ha costruito qui a Poggiomarino una grande famiglia di cui fanno parte anche coloro che hanno espresso altre opinioni. Ci sarà rispetto per tutti, non utilizziamo il potere per gli amici ma per chi ha il diritto. Queste fognature me le sogno di notte – ha poi detto sulla grande ferita di Poggiomarino – Lavoreremo per fare subito la gara d’appalto e come sempre manterremo gli impegni assunti ad uno ad uno».

Annunziata ha invece voluto mettere la parola fine alla campagna elettorale: «Lasciamo perdere le infamie e lavoriamo per Poggiomarino. Invito il presidente De Luca, i deputati, il sottosegretario Migliore a darci una mano per Poggiomarino. Voglio restare nella storia per due motivi: durare dieci anni e risolvere la questione delle vasche e degli allagamenti». Spazio anche a Migliore: «Dico grazie a Poggiomarino che ha creduto in altri cinque anni da affidare a Leo. Qui il centrosinistra non ha chinato la testa contro chi voleva inquinare il voto. Leo ha dimostrato che lavorando senza piegarsi paga in termini di fiducia». E poi tutti a cena, ed offre il sindaco di Poggiomarino.

de luca leo