«In merito alle accuse che ci vengono rivolte dal candidato a sindaco di Poggiomarino, Maurizio Falanga, a riguardo della riduzione delle spese rivolte alla fasce deboli presenti nel bilancio preventivo, voglio fare presente a lui ed alla sua coalizione che abbiamo agito garantendo tutti i servizi essenziali ai bisognosi, e che le riduzioni dei capitoli di spesa sono stati imposti dal Governo nazionale, che ha ulteriormente diminuito i fondi destinati ai Comuni». A dirlo è l’assessore comunale al Bilancio, Mariangela Nappo, che replica così alla pubblicazione del documento contabile da parte dell’esponente di centrodestra che domenica prenderà parte al ballottaggio contro il sindaco uscente Leo Annunziata.

«L’unico modo per evitare i tagli, che sono stati ponderati in modo da evitare disagi per tutto l’anno, sarebbe stato quello di attuare un aumento delle imposte comunali, e dunque gravare sulle tasche dei cittadini tutti di Poggiomarino – continua Nappo – Trovo la polemica faziosa e strumentale in vista del ballottaggio di domenica. Si tratta di una scorrettezza bella e buona, perché tutti sanno che nel corso dell’anno si possono attuare le variazioni di bilancio, come del resto abbiamo sempre fatto qualora si è ritenuto necessario. Stiano tutti tranquilli – conclude – i servizi essenziali per le fasce deboli sono garantiti e nel caso dovesse esserci qualsiasi forma di emergenza non dipendente da nostre responsabilità, abbiamo a disposizione ogni strumento per agire».

Sulla vicenda si è espresso anche il sindaco in carica Leo Annunziata, che afferma: «Si tratta di un’altra polemica sterile e strettamente collegata ad una campagna elettorale che ha puntato sin dall’inizio ad infangare me e la mia Amministrazione. Chi afferma che siamo disattenti alle esigenze dei meno abbienti o è incompetente o è in malafede, e spero vivamente che si tratti della prima ipotesi, perché servirsi delle ragazze madri, degli anziani o degli “ultimi” per fare propaganda elettorale è davvero gravissimo».

leo villetta