Il sindaco di San Giuseppe incontra i sindacati e promette di riassumere i 44 operatori a rischio


326

Sindacati e operatori hanno strappato una promessa: quella del passaggio di cantiere di fatto, anche se non inserito all’interno del bando. La protesta all’esterno del municipio di San Giuseppe Vesuviano e l’incontro con il sindaco, Vincenzo Catapano, ha dunque portato ad un risultato per i 44 operatori sociosanitari che rischiavano di perdere il posto.



Il primo cittadino del comune capofila dell’Ambito sociale Napoli 26 ha infatti promesso che la ditta aggiudicatrice del bando conterà sul sostegno dei lavoratori finora impiegati. A riferire quanto affermato dalla fascia tricolore è Annibale De Bisogno della Uil: «Siamo riusciti a strappare questa promessa, ma naturalmente vigileremo affinché sia mantenuta». Intanto al Comune sono arrivare quattro offerte per il servizio, a breve ci sarà la scelta.

L’ambito 26 serve oltre a San Giuseppe Vesuviano anche i Comuni di Ottaviano, San Gennaro Vesuviano, Palma Campania, Terzigno, Poggiomarino e Striano. I 44 lavoratori, fino all’anno scorso, hanno avuto grossi problemi relativi al pagamento degli stipendi arrivano persino a due anni di arretrati non rimborsati.

protesta

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE