Stop ai fitti passivi per le scuole superiori ed i licei della provincia di Napoli. Le sedi saranno infatti trasferiti in edifici di proprietà della Città Metropolitana che ha stanziato 90 milioni di euro per costruire nuovi edifici in cui trasferire docenti, alunni e naturalmente le lezioni. Le operazioni si concluderanno entro tre anni e porteranno ad importanti risparmi economici per l’Ente.

Un triennio in cui chiuderanno per cambiare plesso tre istituti di Pomigliano d’Arco: l’Isis cantone, l’Ipsct Europa ed il liceo Imbriani, che costano 870 mila euro l’anno; uno a Sant’Anastasia, il plesso di via Primicerio; uno a Ottaviano in via Peano, che porta 200mila euro ogni anno; e infine il plesso di piazza Margherita a San Gennaro Vesuviano che costa 75mila euro di fitti.

I 90 milioni finanzieranno in totale 12 scuole, tra cui la nuova cittadella scolastica di Pomigliano d’Arco, dove verranno delocalizzati i tre istituti di proprietà privata; mentre per Ottaviano è previsto l’acquisto di un nuovo immobile. A San Gennaro, invece, sarà costruita una nuova scuola già nel 2018 e che dovrebbe essere completata l’anno successivo. Per Sant’Anastasia non è ancora chiaro, e c’è la possibilità di un trasferimento a Pomigliano.

scuola