Rischiano di perdere il lavoro dopo il nuovo bando di concorso emanato dal Comune di San Giuseppe Vesuviano, capofila dell’ambito sociale. Sono i 44 operatori sociosanitari che dopo anni fatti di stipendi non pagati erano appena riusciti ad ottenere un minino di stabilità con il passaggio ad una nuova cooperativa. Il piano zonale, oltre a San Giuseppe, copre anche i comuni di Ottaviano, San Gennaro Vesuviano, Terzigno, Palma Campania, Poggiomarino e Striano.

E questa mattina gli operatori si trovano in protesta davanti al municipio sangiuseppese dove aspettano di parlare con il sindaco Vincenzo Catapano: «Abbiamo appreso che nella nuova gara d’appalto non è previsto il passaggio di cantiere – spiega Annibale De Bisogno, sindacalista della Uil Campania – In sostanza chi vincerà il bando potrà assumere 44 persone del tutto nuove, rompendo il rapporto che c’è tra gli operatori ed i malati, oltre che non premiando le sofferenze ed il lavoro svolto sul territorio».

protesta