Ha destato un po’ di polemiche ed anche qualche malumore, oltre a catalizzare parte dell’attenzione dei media. È uno dei manifesti diffusi dalla lista di Sinistra Italiana a Poggiomarino che sostiene il sindaco uscente, Leo Annunziata. Un manifesto in cui due giovani ragazzi si baciano e che sicuramente ha fatto storcere il naso ai più conservatori anche in virtù delle polemiche nazionali in merito all’approvazione della legge che ha dato il via libera alle unioni civili.

«La nostra non è una provocazione, è un modo per ribadire con chiarezza che il voto è l’arma più importante per i cittadini. Il voto è ad occhi aperti solo il bacio quello etero o quello gay deve essere ad occhi chiusi. Per troppi anni a Poggiomarino come del resto in Italia si è votato tenendo chiusi gli occhi con i risultati che son sotto gli occhi di tutti. Il voto è un diritto e un dovere, ed è con la matita che si fa la rivoluzione. Il bacio gay? Una scelta per ricordare a tutti che finalmente in Italia c’è una legge, che adegua il nostro paese a standard europei. Una legge di civiltà», spiega Raffaele Guastafierro capolista “Poggiomarino in Comune – SI con Leo Annunziata”.

manifesto