Home Cronaca Il pentito: «I Fabbrocino imposero il “pizzo” sui lavori di ampliamento della...

Il pentito: «I Fabbrocino imposero il “pizzo” sui lavori di ampliamento della Statale 268»

Le mani della camorra, nemmeno a dirlo, hanno tentato di sporcare anche i lavori di messa in sicurezza e di ampliamento della Statale 268 dei Paesi Vesuviano. A rivelarlo il pentito Fabio Caruana di Somma Vesuviana, ex affiliato prima del clan D’Avino di Somma ed anche degli Anastasio di Sant’Anastasia, cosche decimate dagli arresti di due settimane fa.

E proprio da quei verbali emergono altri particolari in merito agli arresti ed alle confessioni del collaboratore di giustizia: «Uno dei boss del clan Anastasio organizzò un incontro con uno dei capi dei Fabbrocino, e si parlò proprio degli appalti per i lavori della Statale 268. I sangiuseppesi avevano già attuato il racket su alcuni cantieri e si doveva cercare un accordo».

Posting....
Exit mobile version