«Il rilancio culturale è la più valida alternativa di Poggiomarino per effettuare un salto di qualità sociale e morale, prima ancora che economico. La nostra grande bellezza si chiama Longola e un’amministrazione normale e capace ha il diritto e il dovere di trasformare il nostro sito archeologico in un brand che venga conosciuto ed apprezzato prima in Campania e poi a livello nazionale. L’obiettivo è di creare intorno al sito palafitticolo un vero e proprio indotto costituito da esercizi commerciali ed aree ricreative. Venticinquemila metri quadrati: un’oasi fatta di storia, fascino ed economia che possa consentire a Poggiomarino, in futuro, di essere inserita fra le tappe del “Grand tour” delle meraviglie campane», così in una nota Francesco Nappo detto Marcello, candidato sindaco alle prossime amministrative di Poggiomarino.

«Se Longola è l’asse portante dello sviluppo culturale, le articolazioni sono rappresentate, invece, dalle tradizioni e non solo. Riscoprire l’essenza delle feste di piazza o di eventi folcloristici come “La Frasca” non solo consentirà di rispolverare le nostre radici ma rafforzerà il senso di identità che molti poggiomarinesi, specie i giovani, non hanno più con la propria terra. Una terra che dovrà offrire ai propri abitanti anche un Carnevale così da poter essere inserito nella grande kermesse dei paesi vesuviani. Cultura vuol dire anche instaurare un rapporto diretto con le associazioni del settore per discutere le proposta di eventi da inserire in un calendario itinerante lungo tutto l’anno dove la nostra biblioteca sarà una delle location privilegiate».

marcello nappo