Home Notizie Inchiesta luminarie di Natale a Torre: in arrivo il quarto avviso di...

Inchiesta luminarie di Natale a Torre: in arrivo il quarto avviso di garanzia

Continua senza alcuna tregua l’inchiesta, promossa dalla Procura di Torre Annunziata, che vede coinvolti il primo cittadino del Comune di Torre del Greco Ciro Borriello e la sua giunta. Al centro dell’indagine le gare di aggiudicazione degli appalti, per un totale di 100.000 euro, per l’istallazione delle luminarie lo scorso Natale.

Già la settimana scorsa i carabinieri hanno notificato ben tre avvisi di garanzia. Uno ha interessato il dirigente dell’ottavo settore “Urbanistica” Mario Pontillo, mentre gli altri due sono stati emessi nei confronti degli imprenditori delle due imprese alle quali è stato affidato l’incarico: Antonio Criscuolo e Ciro Savio. L’accusa: turbata libertà degli incanti in concorso.

La Procura sta indagando, di fatto, sulle modalità, presumibilmente anomale, con le quali i suddetti incarichi sono stati affidati di seguito alle due gare d’appalto volute dall’Amministrazione comunale. Si ricorda, infatti, che la prima gara d’appalto, per l’ammontare di 60.000 euro, si rivelò insufficiente poiché scatenò la polemica degli abitanti delle zone periferiche della città, i quali lamentavano una scarsa presenza di luminarie. A quel punto il Comune decise di indire una seconda gara, questa volta, per 40.000 euro.

È di questi giorni la notizia che “vibra” nei corridoi di Palazzo Baronale dove gira la voce secondo la quale, nei prossimi giorni, dovrebbe essere notificato un quarto avviso di garanzia. Questa volta al centro dei riflettori c’è l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Mele. «Non ho ricevuto un bel nulla – afferma l’assessore – ma a questo punto immagino che arriverà».

Alcuni malpensanti, tuttavia, continuano a ritenere che ciò non corrisponda a verità e che, in realtà, l’assessore Mele non si senta pronto a divulgare la notizia dell’avvenuta emissione dell’avviso di garanzia nei suoi confronti. «In ogni caso, se davvero arriverà questo avviso – conclude Mele – mi difenderò nelle sedi opportune». Intanto la Procura di Torre Annunziata ha già posto sotto sequestro la documentazione relativa alle due gare d’appalto e le stesse luminarie.

Posting....
Exit mobile version