Cutolo, l’avvocato: «Sepolto in carcere da 35 anni, non so come faccia a resistere all’isolamento»


31824

Non vede nessuno da 35 anni, se non le guardie carcerarie. Non so davvero dove trovi la forza per resistere». A parlare è Gaetano Aufiero, avvocato del superboss Raffaele Cutolo, che da tre decenni e mezzo sta scontando il carcere duro per camorra. Il legale ha parlato alle telecamere del Tg2 spiegando che sono pochissime anche le visite familiari e quelle dello stesso avvocato, che il “professore” può ricevere



«Penso ad esempio quando lo andavo a trovare al carcere di Belluno. Mi era concesso di andare di domenica – racconta – perché gli altri detenuti venivano visitati in settimana, così nel tragitto tra la cella e la sala colloqui Cutolo non poteva incontrare lo sguardo di nessuno. Cutolo è l’unico esempio in Italia di vero isolamento».

L’avvocato Aufiero ricorda infine che il superboss è stato condannato a 14 ergastoli, ma che «tante sono le assoluzioni in diversi procedimenti ottenuti dalla difesa».

cutolo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE