A Terzigno, i carabinieri della locale stazione, hanno denunciata una 44enne del luogo che in via Zabatta, in pieno Parco nazionale del Vesuvio, aveva violato i sigilli posti il 9 maggio su un manufatto abusivo di sua proprietà, facendo realizzare ulteriori opere a sprezzo del divieto già imposto dall’autorità giudiziaria.

Ad accertarlo sono stati i militari dell’Arma della locale tenenza, che intervenuti sul posto hanno notato l’avanzamento delle opere compiute sul fabbricato nonostante fosse sotto sequestro giudiziario. La donna è stata così denunciata e sono stati riapposti i sigilli.

abusivismo carabinieri