Scarti tessili e rifiuti vari in fiamme ieri nel primo pomeriggio in via Camaldoli, alla periferia di Terzigno, una delle discariche a cielo aperto del territorio. A documentare l’accaduto è il gruppo “N’ata storia” con una serie di immagine racchiuse in un dossier fotografico. Insomma, ancora “Terra dei Fuochi vesuviana”, che ha fatto il giro del web scatenando indignazione.

«Un rogo già annunciato quello di via Camaldoli, che sfruttando l’orario, quello di pranzo, si accingeva a diventare l’ennesimo rogo tossico, quelli che ci avvelenano e inquinano le nostre colture – affermano gli attivisti – Grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco, le fiamme sono state domate in brevissimo tempo». Intanto, tra i cumuli sono state trovate tracce della provenienza dei ritagli tessili.

incendio terzigno