Il reparto di maternità ed ostetricia dell’ospedale Sant’Anna e Maria della Neve di Boscotrecase continuerà a funzionare. Lo ha deciso la Regione Campania, applicando la deroga al Piano che prevede invece la chiusura di tutti i presidi che fanno registrare meno di 500 nascite in un anno. E Boscotrecase sarebbe stato tra quelli da applicare un catenaccio avendo fatto registrare 283 fiocchi tra azzurri e rosa.

Insomma, ha vinto il territorio che a lungo ha invocato di lasciare aperto il reparto boschese, punto di riferimento per un gran numero di pazienti e di piccoli pronti a nascere. Una battaglia partita dal basso ma anche dalla stessa politica a cui hanno preso parte il capogruppo del Pd in Regione, Mario Casillo, ed il senatore di Ala, Pietro Langella.

ospedale boscotre